Scuola di specializzazione per le professioni legali

Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali

Direttore Prof. Francesco Volpe

Il d.lgs. 17 novembre 1997 n.398 (e successive modifiche) ha previsto l’attivazione, su tutto il territorio nazionale, di Scuole di specializzazione per le professioni legali.

Ciò rappresenta un’iniziativa qualificante tale da completare l’offerta didattica per gli studenti iscritti ai corsi di laurea di Giurisprudenza, perfezionando le conoscenze e, soprattutto, impartendo un insegnamento anche pratico ai laureati che aspirano alle tradizionali professioni legali. Tale è la ragione per cui, oltre che da professori universitari, il corpo docente è composto anche da avvocati, magistrati e notai.

In particolare, per le Università  di Ferrara, di Padova, di Trieste e Venezia-  Ca’ Foscari tra loro consorziate, sono stati assegnati, mediamente, 80 posti ogni anno: l’attribuzione dei quali avviene tramite concorso per titoli ed esame .

Sede amministrativa della Scuola fin dall’a.a. 2001/2002, suo primo anno di attivazione, è l’Università di Padova dove si svolgono anche le lezioni.

Gli attuali componenti del Consiglio Direttivo della Scuola sono: i proff. Francesco Volpe e Giuseppe Amadio (Università di Padova), Andrea Graziosi e Franco Pellizzer (Università di Ferrara), Luigi Menghini e Paolo Pittaro (Università di Trieste), le dott. Paola Cameran e Clotilde Parise (magistrati ordinari), gli avv. Andrea Franco e Mauro Pizzigati e i notai Carlo Bordieri e Ernesto Marciano.

La Scuola è rivolta a tutti coloro che siano in possesso della laurea quadriennale o biennale specialistica o magistrale quinquennale in Giurisprudenza. La durata del corso è biennale.

Alla Scuola si accede mediante concorso per titoli ed esami.

Condizione di ammissibilità al concorso di ammissione alla Scuola è il conseguimento della laurea entro il termine della data della prova di ammissione. Data stabilita con Decreto interministeriale.

Le lezioni si svolgono nei giorni di giovedì e venerdì, dalle 9.30 alle 17.15, e il sabato mattina, dalle 9.30 alle 12.45 presso la Facoltà di Giurisprudenza, al piano terra del Palazzo del Bo’- via VIII febbraio,2 in Padova.

Dopo un primo anno comune (Area A), gli studenti del II anno di corso possono optare tra un indirizzo giudiziario-forense (Area B) o un indirizzo notarile (Area C). Secondo quanto disposto dal D.P.R. 537/1999 “Regolamento recante norme per l’istituzione e l’organizzazione delle Scuole di Specializzazione per le professioni legali” la frequenza alle attività didattiche (attività che hanno durata non inferiore alle 500 ore annue) è obbligatoria.

Le attività didattiche della Scuola si svolgono sotto forma di lezioni, esercitazioni ed attività presso le sedi giudiziarie (queste ultime programmate nel mese di febbraio). E’ inoltre prevista la presenza di incaricati per lo svolgimento di attività di supporto alla didattica. Ad eccezione di quest’ultima, la frequenza a tutte le altre attività è obbligatoria. Le assenze ingiustificate superiori a 60 ore di attività didattiche comportano l'esclusione dalla scuola. In caso di assenza per servizio militare di leva, gravidanza o malattia ovvero per altre cause obiettivamente giustificabili, secondo valutazione del Consiglio direttivo della scuola, il consiglio medesimo qualora l'assenza non superi le 130 ore, dispone le modalità e i tempi per assicurare il completamento della formazione nell'ambito dei due anni di cui al comma 1, ovvero altrimenti la ripetizione di un anno.

Prove intermedie

Gli specializzandi sono tenuti a sostenere non meno di 3 prove, di cui 2 in materie obbligatorie. Le prove si svolgeranno al termine delle lezioni in forma di elaborato scritto.

E’ possibile sostenere anche tutte le 5 prove, fermo restando che gli specializzandi dovranno riportare una votazione sufficiente in almeno 3 prove su 5.

I anno:

Il passaggio dal primo al secondo anno di corso è subordinato al giudizio favorevole del Consiglio Direttivo, tale giudizio viene formulato sulla base della valutazione complessiva dell’esito delle verifiche intermedie e del numero di ore di assenza.

Le discipline su cui vertono le prove intermedie sono le seguenti:

Diritto civile con conoscenze della procedura civile - obbligatoria

Diritto penale con conoscenze della procedura penale - obbligatoria

Diritto amministrativo

Diritto commerciale

Diritto del lavoro

Durante le prove è permessa la consultazione dei codici non commentati.

II anno:

L’ammissione all’esame finale è subordinata al giudizio favorevole del Consiglio Direttivo, tale giudizio viene formulato sulla base della valutazione complessiva dell’esito delle verifiche intermedie e del numero di ore di assenza.

Le discipline su cui vertono le prove intermedie sono le seguenti:

Per l’area B (indirizzo giudiziario-forense):

Diritto civile con conoscenze della procedura civile - obbligatoria

Diritto penale con conoscenze della procedura penale - obbligatoria

Diritto amministrativo

Diritto commerciale

Diritto del lavoro

Per l’area C (indirizzo notarile):

Diritto civile con conoscenze della procedura civile - obbligatoria

Diritto commerciale - obbligatoria

Diritto tributario

Diritto delle successioni

Volontaria giurisdizione

II anno: esame di Diploma

Il Diploma di Specialista per le professioni legali si consegue con la discussione di una tesina su argomento concordato con un relatore davanti una commissione composta da quattro professori universitari, un magistrato ordinario, un avvocato ed un notaio.

Per informazioni relative all’attività didattica della Scuola (svolgimento dei corsi, orari delle lezioni, eventuale materiale didattico, frequenza, prove intermedie ecc.) è necessario rivolgersi alla Segreteria didattica della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, Dipartimento di Diritto pubblico, internazionale e comunitario, IV piano del Palazzo del Bo’,via VIII febbraio 1848, 2 35122 Padova. Tel. 049 827 3718, fax 049 827 3349, e-mail prof.legali@giuri.unipd.it oppure consultare il sito web della Scuola al seguente indirizzo: http://www.giuri.unipd.it/Giurisprudenza/ProfessioniLegali.html dove sono consultabili: le leggi e le normative attinenti alla Scuola, la composizione del Corpo docente e dell’Organo collegiale (ed i relativi verbali), il piano degli studi, il calendario delle lezioni, gli avvisi per gli iscritti, il materiale eventualmente inviato dai docenti per le lezioni, ecc.

Per informazioni relative alle pratiche amministrative (concorso di ammissione, borse, iscrizione, certificazioni, tasse, esami di diploma) è necessario rivolgersi al Servizio Formazione post lauream, Scuole di specializzazione, Torre Portello C3, via U. Bassi, 1 - 35131 - Padova. Tel. 049 827 6372, fax 049 827 6370, e-mail: lauream@unipd.it, oppure consultare il sito: http://www.unipd.it/area/area-433.htm